Just another WordPress.com site

Nelle scorse settimane Facebook ha testato un filtro antispam per le pagine, fornendo una nuova colonna, all’interno delle bacheche chiamata “Spam”, che verifica la presenza di eventuali spam-post. Il filtro è adesso operativo e sarà così possibile visualizzarli, rimuoverli o approvarli in qualsiasi momento. E’ ovvio che Facebook abbia fatto ricorso al filtro antispam per tentare di arginare i danni della crescente immondizia sul social network. E agli spammer è da addebitare un guasto derivante dalla loro attività: infatti anche post ‘normali’ potrebbero essere ritenuti spam da Facebook e dunque bisognerà effettuare una verifica manuale da parte degli amministratori delle pagine.

Come fa il sistema a riconoscere un messaggio di spam? Si tratta di una sfida talmente ricca di sfumature e basata sulla comprensione del contesto da poter essere vinta soltanto da un essere umano, mettendo spesso in profonda crisi anche l’algoritmo più potente. Infatti notoriamente i filtri antispam automatici funzionano male: o lasciano passare comunque troppo spam, oppure peggio ancora cestinano anche alcuni messaggi utili. Non siamo certi di quale tipologia di filtro usi Facebook, ma per essere sicuri di non incorrere nella trappola dei filtri evitate nei post quegli elementi che scattano la guardia dei filtri. Evitate parole come free o gratis, risparmia, guadagnare.

Articolo di Facebook Inside

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: